Condividilo

scrive il Times (28/1/2019)

“John Major sognava una ‘società senza classi’. Grande opportunità! Ma le vecchie divisioni sono ancora lì”, scrive Clare Foges. “Un libro, ‘The Class Ceiling’, conferma che il sistema di classe è radicato come le bianche scogliere di Dover. Chi proviene da un ceto medio-alto ha dodici volte più probabilità di diventare medico rispetto a chi proviene da ambienti della classe lavoratrice. C’è la disuguaglianza educativa, ovviamente. Tuttavia, anche quando quelli provenienti da ambienti di una classe lavorativa ottengono l’istruzione a Oxford e la laurea di primo livello, hanno sempre meno probabilità di ritrovarsi nei migliori posti di lavoro e di guadagnare i salari più alti. Se non solo l’istruzione, cos’è che forma il ‘soffitto di classe’? La Banca di Mamma e Papà, che consente ai laureati della classe media di svolgere il lavoro a bassa retribuzione che è spesso il primo gradino della carriera. Ma il soffitto di classe è più che denaro, contatti e istruzione. Alcuni miei colleghi erano stati a Oxford o Cambridge. Presumevano che tutti gli altri lasciassero Londra durante il fine settimana per stare da un amico in campagna. Con un posto in prima fila in questo cerchio privilegiato ho imparato da loro, assorbendo consapevolmente alcune cose per emulare la loro fiducia. E ho imparato che intorno a queste persone, la leggerezza è essenziale e la serietà il peggior crimine. Molto meglio essere allegro e vago che serio e giusto. E’ la tendenza a gravitare verso persone come noi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here