Condividilo

scrive il New York Times (29/1/2019)

“Donald Trump ha due anni di presidenza, non ha una strategia legislativa chiara, nessun programma politico, eppure, allo stesso tempo, in mezzo a tutto il caos interno e alla negligenza, questa amministrazione continua ad agire in politica estera come se stesse perseguendo una seria strategia, una sufficientemente coerente e plausibile e lungimirante e che i futuri presidenti potrebbero ragionevolmente imitare” scrive Ross Douthat. “Questa dottrina Trump, in pratica, non è l’isolazionismo che a volte aveva promesso nel percorso elettorale; è una dottrina di districamento, ridimensionamento e riallineamento, in cui gli Stati Uniti cercano di abbandonare le sue speranze più idealistiche e gli impegni militari irrealistici, restringendo la lista di potenziali nemici e consolidando l’influenza. L’obiettivo generale non è quello di cedere il primato degli Stati Uniti o di abbandonare le alleanze americane, come spesso gli oppositori di Trump accusano; piuttosto, è mantenere il primato americano su un piano più gestibile, concentrando al contempo più energia e sforzi per contenere il potere e l’influenza della Cina”. Douthat invita a considerare due recenti decisioni. “La prima è la decisione della Casa Bianca di sostenere il leader dell’opposizione in Venezuela e costruire una coalizione per minare il governo dittatoriale di Maduro. Il secondo è lo sforzo in corso per negoziare un accordo con i talebani che metterebbe fine all’impegno militare dell’America in Afghanistan. La dottrina di Trump mira a una visione più limitata e sostenibile degli impegni americani. Insieme al jihadismo, cerca di affrontare e contenere due principali nemici di stato, la Cina e l’Iran, e assume una linea dura verso i loro potenziali alleati e clienti nelle Americhe. Ma non ha ambizioni di nation building nel mondo islamico, nessun sogno di spingere la Nato nel Caucaso, e in Asia orientale sta cercando di convincere il regime di Kim in una sorta di bizzarra amicizia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here