scrive il Wall Street Journal (14/3/2019)

“Qualcosa chiamato ‘socialismo’ è nell’aria. Dovremmo preoccuparci? La risposta è sì, se riesci a smettere di ridere” scrive Daniel Henninger. “Quando nel 2016 è apparso il vecchio socialista Bernie Sanders, è stato divertente. Ma a quel tempo, in maniera intrigante, nella maggior parte dei sondaggi diretti contro il campo repubblicano, Bernie è arrivato primo. Da qualche parte, ha avuto un seguito. Ora arriva Alexandria Ocasio-Cortez, che è il socialismo di Bernie a cubetti. Al festival South by Southwest della scorsa settimana, la signora Ocasio-Cortez è stata la più grande attrazione dell’evento e ha ricevuto un’ampia copertura per i suoi pensieri sul capitalismo. Ha detto al pubblico di Austin, in Texas, ‘Viviamo in una società dove se non hai un lavoro, sei lasciato a morire. Per me, il capitalismo è irredimibile’. A parte la celebrità dei media, alla fine tutto si riduce a chi ha più voti. Questa è la buona notizia per il presidente Trump. La cattiva notizia è che ci sono validi motivi per cui ogni democratico e sua madre si stanno schierando contro di lui nel 2020. Se vincono, vince Alexandria Ocasio-Cortez. Sono tutti zombie anticapitalisti adesso. La realtà è che Bernie Sanders ha spinto il Partito Democratico attraverso una porta già aperta verso un’infatuazione per il socialismo democratico. Ciò significa che la prossima amministrazione democratica sarà alla sinistra della presidenza Obama, che a sua volta era stata una rottura ideologica da tutte le presidenze del centro-sinistra dalla Seconda guerra mondiale. L’amministrazione Obama è stata gestita dal capitalismo. Il suo successore spingerà oltre verso il capitalismo amministrato. Ogni discorso di Trump ora si include questa frase: ‘L’America non sarà mai un paese socialista’. Vero. Ma loro, e lei, si accontenteranno di qualcosa da questa parte del socialismo”.