Condividilo

Due storici israeliani raccontano il genocidio compiuto dai turchi ai danni dei cristiani. Ne scrivono sul Wall Street Journal Benny Morris e Drod Ze’evi. “Nel 1924, le comunità cristiane della Turchia erano state distrutte. Un aspetto particolarmente orribile fu lo stupro di massa di decine di migliaia di donne cristiane e la loro conversione forzata all’Islam, insieme ai loro figli e a migliaia di bambini di cui i genitori erano stati assassinati. La violenza sessuale e il rapimento erano così diffusi che molti dei turchi di oggi, che lo sappiano o meno, possono rintracciare almeno parte dei loro antenati in questi cristiani rapiti. Nel 1924, il Foreign Office britannico valutò che ‘non meno di 80.000 cristiani erano ancora detenuti nelle case turche in schiavitù’”. L’Isis non ha inventato niente. I turchi sono stati maestri di genocidio islamico. E oggi, mentre ci relazioniamo con quel paese, dovremmo ricordarlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here